Reddito di emergenza e bonus baby sitter: prorogate le scadenze - Prestito 24: prestiti e cessione del quinto per dipendenti e pensionati.
Si avvicinano le scadenze per inoltrare la domanda per il reddito di emergenza e il bonus baby sitter
bonus baby sitter; reddito emergenza; bonus; decreto rilancio
17035
post-template-default,single,single-post,postid-17035,single-format-standard,cookies-not-set,qode-quick-links-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-theme-ver-11.1,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive

Reddito di emergenza e bonus baby sitter: prorogate le scadenze

Il Decreto Agosto ha previsto nuove scadenze per la richiesta del reddito di emergenza e del bonus baby sitter.

Reddito di emergenza

Istituito con il Decreto Rilancio a supporto dei nuclei familiari in condizione di necessità economica, il reddito di emergenza è una quota una tantum compresa fra i 400 e gli 800 euro, in base al reddito (l’Isee deve essere inferiore a 15mila euro) e alla composizione del nucleo familiare.

Se il Decreto Rilancio prevedeva due mensilità e la presentazione delle domande entro il 31 luglio, il Decreto Agosto ripropone la terza mensilità del Rem, riferita al mese di maggio 2020, e proroga la scadenza al 15 ottobre 2020.

Le domande possono essere inoltrate tramite il sito web dell’Inps utilizzando le credenziali Pin, Spid, la Carta Nazionale dei Servizi oppure ancora la Carta di Identità elettronica. In alternativa è possibile rivolgersi a centri di assistenza fiscale Caf e patronati.

Il sostegno è incompatibile con il Reddito di Cittadinanza o la Pensione di Cittadinanza e altre misure di sostegno stanziate per l’emergenza sanitaria Covid-19

Bonus baby sitter

Mancano solo due settimane invece per le domande di bonus baby sitter che può essere utilizzato anche per pagare i nonni. La legge di conversione ha prorogato l’ultima data utile a lunedì 31 agosto.

Gli ultimi dati disponibili parlano di un milione e 170mila domande, per un importo complessivo di 884,9 milioni di euro. Le domande già accolte sono 742.718 e gli importi già pagati superano i 476 milioni di euro. Di questi solo 54,7 milioni sono stati utilizzati per le iscrizioni dei minori a un centro estivo. I dati di monitoraggio Inps non consentono di capire la destinazione del bonus, ovvero in che misura sia finora stato utilizzato per pagare i nonni di minori fino a 12 anni con domicilio diverso e quanto per una baby sitter. Fonti Inps hanno però riferito di un basso utilizzo per i nonni.

Alessandra Provenzi
a.provenzi@prestito24.it