PENSIONI: VERSO LA NUOVA RIFORMA - Prestito 24: prestiti e cessione del quinto per dipendenti e pensionati.
17003
post-template-default,single,single-post,postid-17003,single-format-standard,cookies-not-set,qode-quick-links-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-theme-ver-11.1,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive

PENSIONI: VERSO LA NUOVA RIFORMA

È ripartito il tavolo di confronto tra il Governo ed i principali sindacati sulla riforma delle pensioni e sul futuro di Quota 100 e della riforma Fornero.

QUOTA 100 ANCHE NEL 2021

Il Ministro Nunzia Catalfo ha confermato la Quota 100 anche per il 2021. Da risolvere invece la questione legata al 2022, quando si tornerà alla riforma Fornero, più restrittiva della Quota 100.

Oggi con Quota 100 una persona di 62 anni con 38 anni di contributi può andare in pensione anticipata senza penalizzazione.

La Riforma Fornero prevede invece una penalizzazione pari ad un punto percentuale per ogni anno di anticipo rispetto ai 67 anni previsti. Quindi se una persona di 63 anni vuole andare in pensione anticipata, riceverà una penalizzazione del 4% sull’assegno mensile.

IL TAVOLO DEL GOVERNO 

La prossima agenda dei lavori procederà su due binari paralleli con l’obiettivo di arrivare ad una proposta condivisa di Riforma Pensioni da inserire nella Legge di Bilancio 2021.

La prima data importante è l’8 settembre, quando saranno discusse misure urgenti come la proroga dell’APE social, l’opzione donna e i contratti di solidarietà. Il 16 settembre sarà invece discussa una riforma organica finalizzata a superare la Fornero e consentire un compromesso tra quel sistema e Quota 100. Dal 2022 potrebbe esserci quindi un nuovo sistema ed una riforma ad hoc.

NUOVA RIFORMA PENSIONI

Tra le priorità della prossima Riforma delle Pensioni: la flessibilità di uscita dal mondo del lavoro, con l’introduzione di meccanismi di premialità per le donne, e le pensioni dei giovani. Fondamentale sarà assicurare un assegno adeguato a fronte di carriere discontinue e stipendi bassi.

Alessandra Provenzi
a.provenzi@prestito24.it